banner

Riconoscere e trattare le emorragie
Tagli e ferite

Premessa

Per capire meglio come riconoscere e trattare le emorragie, vediamo a grandi linee come funziona la circolazione del sangue. Il metodo che usiamo anche nei nostri corsi interni, anche se può sembrare bizzarro, è quello di sostituire i globuli rossi a dei “furgoni“, furgoni che trasportano ossigeno (nella fase di inspirazione) e anidride carbonica (nella fase di espirazione) dai polmoni (il deposito) al cervello (il destinatario). Questi furgoni percorrono delle strade, le autostrade (arterie), e le strade statali  (vene).

sangue

In conclusione

conclusione


Le emorragie

Ora che abbiamo capito perché il sangue cambia leggermente colore, possiamo parlare di emorragie. Esistono due tipi di emorragie, le emorragie venose, e quelle arteriose, vediamole nel dettaglio.FERITE

A: ARTERIOSA

La ferita ha lacerato i vasi sanguigni ARTERIOSI, Il cuore pulsando fa fuoriuscire il sangue a zampilli, Il colore del sangue è chiaro, perché è ossigenato.

B: VENOSA

La ferita ha lacerato i vasi sanguigni VENOSI. Il sangue cola seguendo una traiettoria verso il basso. Il colore del sangue è scuro, perché non è ossigenato.

Trattamento

Emorragia Arteriosa

Le emorragie arteriose sono molto pericolose, i vasi sanguigni arteriosi trasportano molto più sangue, e molto più velocemente delle vene, per cui il tempo in questi casi deve essere dalla nostra parte.
  • Chiama o fai chiamare il NUE 1-1-2.
  • Individua prontamente la ferita.
  • NON immergere l’arto in acqua, accelererebbe la fuoriuscita di sangue.
  • Porta in alto l’arto ferito, questo rallenterà il flusso sanguigno.
  • Tampona immediatamente l’arto con delle garze, asciugamani o con quello che trovi.
  • Esercita una pressione costante!
  • Non rimuovere i primi strati di garze a contatto diretto con la ferita.
  • NON APPLICARE lacci emostatici o altro, è una pratica pericolosa se non esercitata a dovere!
  • Limitati ad apporre strati di garze e comprimi la ferita!
  • Tieni sveglio il paziente e rassicuralo, l’ambulanza sta per arrivare!

Emorragia Venosa

Le emorragie venose sono meno pericolose, ma non vanno comunque sottovalutate.
  • Chiama o fai chiamare il NUE 1-1-2.
  • Individua prontamente la ferita.
  • NON immergere l’arto in acqua, accelererebbe la fuoriuscita di sangue.
  • Porta in alto l’arto ferito, questo rallenterà il flusso sanguigno.
  • Applica delle garze, asciugamani o con quello che trovi sulla ferita.
  • Esercita una pressione costante se necessario.
  • Non rimuovere i primi strati di garze a contatto diretto con la ferita.
  • NON APPLICARE lacci emostatici o altro, è una pratica pericolosa se non esercitata a dovere!
  • Tieni sveglio il paziente e rassicuralo, l’ambulanza sta per arrivare!

Epistassi

La fuoriuscita del sangue dal naso (epistassi) è una cosa comune, soprattutto nei bambini, sono meno pericolose rispetto alle altre, ma non vanno comunque sottovalutate. Perdere un grande quantitativo di sangue può far perdere i sensi al paziente.
  • NON portare la testa all’indietro, anche se può sembrare la cosa giusta da fare, non lo è affatto!, il paziente potrebbe inghiottire il sangue.
  • Mantieni la nuca piegata leggermente in avanti, appoggia delle garze e comprimi tra due dita la parte anteriore del naso.
  • EVITA TAMPONI NASALI, potresti peggiorare la situazione.
  • Applica del ghiaccio sulla fronte per rallentare il flusso sanguigno.
  • Tieni sveglio il paziente, potrebbe svenire.
  • Se l’emorragia non si arresta, Chiama o fai chiamare il NUE 1-1-2.

epistassi

Queste piccole accortezze sono determinanti in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.
Scroll Up